mercoledì 10 agosto 2016

La verità sul caso Harry Quebert - Joël Dicker

Titolo: La verità sul caso Harry Quebert
Titolo originale: La Vérité sur l'Affaire Harry Quebert
Autore: Joël Dicker
Traduttore: Vincenzo Vega
Editore: Bompiani
Collana: Narratori stranieri
Pagine: 779
Genere: Giallo/Thriller
Prezzo: 11,90 euro
1ª ed. originale: 2012
1ª ed. italiana: 2013
Voto: 4 stelle su 5

Quarta di copertina
Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e affermato scrittore Harry Ouebert, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore. Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trentanni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.

Recensione
Libro divorato in una settimana, nonostante la mole imponente! Letto perché scelto e votato per l'Ottavo Gdl Frahorus (clicca per leggere le altre recensioni Gdl Frahorus )


Solitamente non sono un lettore di gialli, ne avrò letti circa una ventina, ma devo dire che questa storia si è rivelata accattivante fin dalle prime pagine e mi ha tenuto incollato per una settimana che è volata e dove i colpi di scena non sono mancati, fino alla fine. L'autore è riuscito nel suo intento: mi ha stregato, mi ha deviato, mi ha messo una montagna di dubbi, mi ha fatto riflettere su chi potesse aver rapito e poi assassinato la povera ragazza, insomma, è riuscito a creare la giusta atmosfera di un giallo perfetto. Persone insospettabili che diventano colpevoli, e tanti indizi che potrebbero aiutarti a risolvere il caso se ci si sofferma attentamente, ma vi giuro che non sarà facile e vorrete, come me, arrivare fino all'ultimo capitolo per capire, una buona volta, cosa diavolo era successo realmente quel fine agosto del 1975 ad Aurora. 

Capolavoro non direi, ci sono tanti difetti, forse spesso si è soffermato su particolari inutili e palesemente scritti per "allungare un po' il brodo", ma ripeto non mi è dispiaciuto anzi è riuscito a tenermi incollato piacevolmente per più giorni. Mi sono piaciuti i salti temporali tra presente e passato, avrei preferito forse una maggiore linearità nella ricostruzione del passato (difatti capita che si ripetano alcune cose già dette, come a rimarcare che quel particolare del passato possa essere importante per poi scoprire o fare luce su un personaggio). Mi è piaciuto il protagonista, lo scrittore Marcus Goldman, mi sono immedesimato nei suoi panni da improvvisato detective, e forse è questo il punto forte dell'autore svizzero. 

Vi consiglio di leggerlo. Assolutamente.

L'autore
Joël Dicker è nato il 16 giugno 1985 a Ginevra, nella zona francofona della Svizzera, figlio di una bibliotecaria e di un insegnante di francese. Il primo romanzo scritto da Dicker è intitolato Les Derniers Jours de Nos Peres (Gli ultimi giorni dei nostri padri) e racconta la storia del SOE, un ramo segreto del Secret Intelligence Service. Nel 2012 viene pubblicato anche La verità sul caso Harry Quebert, un romanzo che è stato tradotto in 33 lingue ed è stato premiato con il Grand Prix du roman de l'Académie française nel 2012. 





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...