venerdì 26 agosto 2016

Dannati - Glenn Cooper

Titolo: Dannati
Titolo originale: Down - Pinhole
Autore: Glenn Cooper
Traduttore: Paolo Falcone
Editore: TEA
Collana: SuperTEA
Pagine: 494
Genere: Avventura/Fantascienza
Prezzo: 5 euro
Voto: 2 stelle su 5

Quarta di copertina
Lo chiamano Oltre. Alcuni sono appena arrivati in quel mondo così simile al nostro eppure così diverso. Altri invece sono lì da secoli e sono ormai indifferenti alla perenne coltre di nubi che nasconde il sole e all'atmosfera cupa che li circonda. Ma ognuno di loro condivide lo stesso destino: dopo essere morti, sono stati condannati per l'eternità. Sia che abbiano scritto a caratteri di fuoco il loro nome nel grande libro della Storia - tiranni sanguinari, sovrani spietati, criminali di guerra - sia che nel corso della loro oscura esistenza si siano macchiati di colpe incancellabili, adesso sono tutti relegati in quel luogo maledetto. Tutti, tranne John Camp. Lui è "vivo", ed è lì per sua scelta. Perché ha giurato di salvare la donna che ama. Durante un audace esperimento di fisica delle particelle, la dottoressa Emily Loughty è scomparsa nel nulla e, quando si è deciso di ripetere il procedimento per capire cosa fosse successo, John si è posizionato nel punto esatto in cui lei era sparita e... in un attimo è stato catapultato nel mondo chiamato Oltre. E ora deve affrontare il male assoluto per ritrovare Emily e riportarla indietro. Ma il tempo a sua disposizione è poco, e tutti e due rischiano di rimanere per sempre prigionieri nella terra dei Dannati...

Recensione
Dopo aver resistito un paio di mesi finalmente entro in libreria (perché se io entro in libreria compro, purtroppo, e povero il mio esiguo portafoglio!) e mi colpisce il titolo di questo romanzo di un autore che non avevo ancora letto. Lo compro. L'autore è, come potete notare, Glenn Cooper, che conoscevo di fama per aver scritto La biblioteca dei morti. Adoro rischiare. In questo caso mi son trovato fra le mani una storia abbastanza strana e surreale, in poche parole i nostri protagonisti, una fisica e un ex berretto verde vengono catapultati, dopo un esperimento simile a quello delle particelle del Cern (ma questo è più grande!), direttamente in un'altra dimensione (e fino a qua ci può stare). 

Solo che finiscono in un vero e proprio Inferno, di dantesca memoria e con un'ambientazione medievale (che a tratti mi ricordava Timeline). E qua iniziano i problemi. perché in questo "Inferno" non ci sono demoni, ma uomini che sono morti per essersi macchiati di omicidi e nefandezze varie, quindi sono tutti dannati. Il fatto è che vivono per sempre, in un certo senso, solo che se vengono uccisi non posso morire ma possono venire bruciati. Boh. Ma non è solo questa la cosa che desta perplessità. Diciamo che ci sono tante cose che ad un certo punto ti fanno dire: stiamo scherzando? Quindi se leggete questo primo romanzo di una trilogia, preparatevi a rimanere delusi sul piano della logica. Troppi buchi e troppe ingenuità. Poi la storia di per sé ti lascia incollato alle pagine, io personalmente l'ho divorato in tre giorni, ma peccato davvero. L'autore aveva avuto una buona idea, ma si è perduto nella storia, troppo pasticciata, dialoghi copia/incollati, nessuna caratterizzazione dei personaggi, che sia Garibaldi a parlare o Enrico VIII pare sempre la stessa persona. Buone le descrizioni delle lotte e delle battaglie, anche quelle alla lunga stancano e sembrano ripetersi all'infinito. La parte ambientata nel nostro mondo è poi di una noia allucinante. E poi è normale che non solo il cattivo di turno ma gli stessi protagonisti debbano per forza spiegare i loro piani? Ma dico, siete scemi o ci fate? 
Sono rimasto deluso dall'autore, forse non il suo miglior romanzo. Davvero, sembra che lo abbia scritto a cavolo di cane (e sono stato delicato). E poi il finale... Sul serio? Un'ultima cosa: ma che coincidenza, i nostri riescono a trovare il punto esatto dove ritornare indietro... Cavolo, segnare con una pietra per evitare di sbagliare no eh? Mah! Due stelle forse sono troppe, ma gliele do perché è riuscito a tenermi incollato, per il resto tutto da rifare.

Nessun commento:

Posta un commento

Justice League

Justice League (2017) Dopo la morte di Superman, l'umanità è sola e impaurita. Una minaccia antica torna a far sentire la sua apo...