sabato 21 febbraio 2015

Uno Studio in Rosso - Arthur Conan Doyle

Nel 1887 Arthur Conan Doyle, uno sconosciuto medico di periferia, dava alle stampe "Uno studio in rosso", il romanzo che vedeva l'esordio di due famosissimi personaggi letterari: il dottor Watson, sotto le cui modeste spoglie si celava l'alter ego dell'autore, ed il geniale Sherlock Holmes, il detective per antonomasia.

In questo romanzo Sherlock si trova a risolvere il caso della morte di Enoch Drebber e di Joseph Stangerson, entrami uccisi in circostanze misteriose e apparentemente senza grandi moventi. Grazie ad alcuni indizi, che inizialmente sfuggono ai due investigatori (Lestrade e Gregsone), e qualche ricerca, Sherlock riesce a capire chi è l’assassino e formula un’ipotesi riguardo al movente. Il caro detective ci mette davvero poco ad assemblare insieme i pezzi e dimostra subito le sue grandi abilità, che in un primo momento Dr. Watson aveva messo in dubbio





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...