venerdì 25 settembre 2015

Attento, il Grande Fratello ti guarda!

Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una. Winston Smith, col mento sprofondato nel bavero del cappotto per non esporlo al rigore del vento, scivolò lento fra i battenti di vetro dell'ingresso agli Appartamenti della Vittoria, ma non tanto lesto da impedire che una folata di polvere e sabbia entrasse con lui.
L'ingresso rimandava odore di cavoli bolliti e di vecchi tappeti sfilacciati. Nel fondo, un cartellone a colori, troppo grande per essere affisso all'interno, era stato inchiodato al muro. Rappresentava una faccia enorme, più larga d'un metro: la faccia d'un uomo di circa quarantacinque anni, con grossi baffi neri e lineamenti rudi ma non sgradevoli.

Di seguito la videolettura dell'incipit del romanzo 1984 di Orwell da parte dello YouTuber Frahorus...


martedì 22 settembre 2015

Una Mummia sull'Orient Express (8x08) Doctor Who

Il Dottore e Clara si riappacificano e lei si rende conto che non lo odia per davvero. Sebbene le sue intenzioni fossero quelle di rimanere amici, decide però di intraprendere un ultimo viaggio con lui. Lui sceglie di portarla nel futuro su un’astronave, riproduzione dell’Orient Express con tanto di atmosfera anni ’30, che sfrutta i nastri di iperspazio per viaggiare tra le stelle. Il treno si ritrova subito ad essere una sorta di trappola mortale. Uno ad uno, gli ospiti del treno iniziano a morire, apparentemente da attacchi cardiaci, ma prima di morire hanno una sorta di allucinazione: vedono una mummia che si avvicina a loro lentamente fino ad afferrarli.


mercoledì 16 settembre 2015

Due autori diversi, stessa copertina

Deja vu... Quante volte vi è successo nella vita? A me tante, e spesso riguarda le copertine dei libri. Solo a me è parso di vedere due libri diversi con la stessa o simile copertina? 

Ve ne mostro alcuni esempi, allora: qui a sinistra c'è il romanzo della Bignardi, Un karma pesante con una ragazza in copertina che fuma e dietro un bel panorama. Ebbene, la stessa identica foto è stata utilizzata per il libro della Etxebarria, ovvero El contenido del silencio. Beh, in questo caso giustifico gli editori spagnoli, visto che non possono certo conoscere tutte le uscite italiane. 

lunedì 14 settembre 2015

I love Japan!

Tutto ebbe inizio qualche annetto fa...
Ero un normale studente universitario e un accanito lettore. Non ho mai avuto vizi o cose deleterie per la testa, quando, ad un certo punto, scopro che mi piace il Giappone. Non so spiegarlo, è nato così. Forse influenzato dalle letture dei romanzi e racconti di Banana Yoshimoto e di Haruki Murakami (i miei primi autori giapponesi, anche loro scoperti casualmente), ho pian piano cominciato a cercare e vedere (su YouTube) video di italiani che andavano in Giappone (di solito Tokyo o Kyoto) o che ci vivevano. E scovo, sempre per caso, i bei video artigianali di Federico Norsa (clicca qua per vedere il suo CANALE): lui è un milanese che ha sposato una giapponese e adesso vive in Giappone da un bel po' di anni, e ama registrare video soprattutto quando esce con la sua famiglia, quando vanno al lago, a fare un pic-nic, quando girano in bici per il paese, ecc. Mi piacciono molto i suoi video, e vi consiglio di vederli. 

Da lì non ho smesso più e ho cercato altri italiani in Giappone, così sono approdato da Marco Togni e da Andrea Secco, entrambi italiani e entrambi sposati anche loro con una ragazza giapponese. Il primo è un fotografo del Trentino che ha sempre amato il Giappone e del quale ho visto tutti i suoi video (sono tanti), da quando era un solitario esploratore della Tokyo by night fino a quando adesso, assieme ad Andrea, hanno fondato il Giappo-Tour: ovvero sono delle vere e proprie guide che vi accompagnano alla scoperta del Giappone, soprattutto nelle città di Tokyo e Kyoto, ma anche Nara e altre meravigliose città del Sol Levante. Vi faranno scoprire bei localini dove mangiare sushi, i famosi templi giapponesi, eccetera ecc. 

Justice League

Justice League (2017) Dopo la morte di Superman, l'umanità è sola e impaurita. Una minaccia antica torna a far sentire la sua apo...