mercoledì 30 dicembre 2015

Buoni propositi per il 2016

E anche il 2015 è arrivato al capolinea. Come ogni inizio di anno, ognuno di noi si pone dei buoni propositi e spera che si possano realizzare entro l'anno appunto. Ecco i miei.

Basta aprire il video qua sotto e, mi raccomando, commentate.

Buon 2016, cari amici lettori!

















martedì 24 novembre 2015

Ricordi

Ho scritto questo racconto di getto, immaginandomi al tramonto della mia vita.

RICORDI

Si sedette sul bordo del molo nuovo. Posò il bastone e passò in rassegna il contenuto della sua borsa. Un libro dalla copertina rossa tutta sgualcita. Un paio di occhiali. Un panino imbottito con mortadella e provolone affumicato. Delle gomme da masticare. Il biglietto del bus. Dopo una breve pausa, inforcò gli occhiali e iniziò a leggere, lanciando di tanto in tanto un’occhiata alla barca col pescatore che rassettava le reti. Tirava una leggera brezza che gli scompigliava i radi capelli bianchi. Il campanile della chiesa suonò nove rintocchi secchi. L’uomo prese una matita dalla tasca destra e sottolineò una frase, poi infilò il pollice nel libro e rimase in silenzio ad osservare il placido e azzurro mare. 
Quanti ricordi mi affiorano alla mente; tanti, troppi.  
Maledetta artrosi, ti fai sentire. 

#LibriNonArmi

Mi raccomando scrivete e spammate su tutti i social network #LibriNonArmi

Per capire le motivazioni guardate il mio video qua sotto.

Diffondiamo la cultura, non la guerra.

#NoAllaViolenza



lunedì 23 novembre 2015

Il viaggio nel tempo: da Wells a Benigni

"The Time Machine" (1960)
Il tema del viaggio nel tempo è certamente uno dei filoni letterari e cinematografici più prolifici che possiate immaginare, e per questo cercherò di essere il più sintetico ed esauriente possibile nel presentarvelo. Tutto parte da un anno che passerà alla storia: il 1895, quando lo scrittore londinese H. G. Wells, quasi trentenne, pubblicò il romanzo fantascientifico The Time Machine (La macchina del tempo). E qui devo necessariamente fermarmi e parlarvi prima di alcune opere precedenti a questa che avranno interessanti influssi sugli sviluppi futuri del tema.  

I viaggiatori temporali
Sei anni prima della pubblicazione de La macchina del tempo un certo Mark Twain pubblicò il romanzo Un americano alla corte di re Artù (A Connecticut Yankee in King Arthur's Court), un’opera satirica dove, come già il titolo stesso ci descrive, un americano si ritrova misteriosamente alla corte di re Artù. Il protagonista, sfruttando le sue moderne conoscenze tecnologiche (migliora le armature, costruisce una ferrovia, una bici eccetera), non si accorge che così facendo inavvertitamente modifica il passato. Una seconda opera che ci interessa è il celebre Canto di Natale (A Christmas Carol) di Charles Dickens, pubblicato nel 1843. Qui il protagonista è l’avaro Scrooge il quale viaggia nei Natali del suo passato, del suo presente e del suo futuro e vede se stesso da bambino (nel passato). Ecco, in questo romanzo abbiamo due cose da notare: per la prima volta un esempio di paradosso (ovvero Scrooge che vede se stesso da giovane) e poi il viaggio che l’avaro fa nel futuro, vedendo se stesso morto, è un vero e proprio monito che provocherà nell’anziano un radicale cambiamento delle sue azioni nel suo presente (ovvero diventare generoso con tutti). In ogni caso in entrambi gli esempi i due protagonisti di Twain e di Dickens compiono dei viaggi involontari. Ora, tornando al romanzo La macchina del tempo di Wells, la vera protagonista della storia è proprio la macchina del tempo più che i viaggi nel futuro dello scienziato. Al tempo in cui l’autore scrisse questo romanzo, l’idea di una macchina in sé era ancora misteriosa (le biciclette erano state inventante nel 1855). Non solo, Wells crea una macchina in grado di viaggiare nel tempo con tanto di poltroncina, contatore di anni, mesi e giorni e leve da spostare! Lo scienziato ha la possibilità di andare sia nel passato come nel futuro, visto che Wells ci presenta la teoria quadrimensionale , e sceglie di andare nel futuro. Ma il protagonista, più che essere interessato al viaggio nel tempo in sé, è curioso di vedere se la sua invenzione funziona davvero. 

venerdì 20 novembre 2015

Indagine a New York

Cari amici lettori, bentrovati. Oggi vi regalo un mio racconto ambientato a New York, fatemi sapere se vi piace! ^_^

INDAGINE A NEW YORK

Central Park, New York
11 agosto 3114 d.C., ufficio della Polizia Temporale, New York 

Il commissario, seduto al centro della sala circolare che costituiva il suo ufficio, stava fumando un toscano. Abortendo uno sbadiglio, ammirava il panorama notturno della metropoli riversato dalle finestre: il cielo era pieno di lunghe scie rosse e gialle che attraversavano le autostrade aeree, formando mirabolanti giochi di luci psichedeliche. Il commissario si addormentava spesso così, cullato dalla dolce quiete metropolitana… Tranne quella volta: infatti un poliziotto entrò all’improvviso, dicendogli: ― Capo, abbiamo un nuovo caso, ed è urgente! ― Il commissario girò la poltrona levitante verso il ragazzo dall’impeccabile e linda divisa, lo degnò di una fugace occhiata stanca, poi lesse il palmare. Le sue sopracciglia si aggrottarono paurosamente e il giovane poliziotto, dai penetranti occhi azzurri, iniziò a sudare freddo.
― Per Nettuno! Al momento ho tutti gli uomini migliori occupati… ― affermò, schiacciando quel che restava del sigaro fra le grasse dita. Mandò via l’agente e si stropicciò gli occhi: davanti a lui c’era un monitor che copriva l’intera parete, dove scorrevano le riprese di un filmato che mostrava una ragazza dalla corporatura procace sfoggiare un rimmel rosso fuoco, mentre stava chiacchierando con un losco individuo dal viso oscurato.
― Dannazione! Non ne verrò mai a capo! ― Esclamò improvvisamente, spaventando il suo povero cucciolo di alano che dormicchiava sotto la scrivania; il cane, per evitare ulteriori traumi, con le orecchie abbassate si spostò nella cuccia autopulente. Poi si decise e accese il visofono: ― Steve, convoca Frahorus! È l’unica speranza che abbiamo per risolvere il caso. 

giovedì 19 novembre 2015

Ripartenza


RIPARTENZA

Ciao lettore, scrivo proprio a te. Come il celebre Hagrid che portò il piccolo Harry in salvo con la sua moto volante, così io mi ripresento qua in questo spazio virtuale. 
Ricomincio.
Riprendo a scrivere, più maturo che mai. 
Perché scrivere è sempre stata l'azione e l'attività che preferisco. 
Perché ne sento il bisogno.
Perché mi va.
Come Hagrid anch'io mi sento vulnerabile, come lui sono spesso solo coi miei pensieri nel suo rifugio accogliente da custode, circondato dall'affetto del caro Fuffi e dalla sincera amicizia di Harry, Ron e Hermione.
Ti ringrazio per aver letto queste poche righe di ri-presentazione del blog, e ti auguro di trovare una buona lettura. 

A presto, Frahorus

martedì 17 novembre 2015

Letture di Settembre e Ottobre 2015

«Signora, io sono un soldato. E i soldati non pensano. Mi si ordina di andare e io vado. Di combattere, e io combatto. Di farmi uccidere, e muoio. L'esercizio del pensiero renderebbe il combattimento più difficile, e più terribile la morte».
«Tedesco o francese, amico o nemico, come prima cosa è un uomo, e io sono una donna. Con me è dolce, tenero, pieno di piccole attenzioni... È un ragazzo di città; curato come non sono i ragazzi di qui; ha una bella pelle, denti bianchi. Quando bacia ha un alito fresco, non puzza di vino come i giovanotti della zona. Questo mi basta. Non voglio altro. Ci complicano già sufficientemente l'esistenza con le guerre e tutto il resto. Tra un uomo e una donna queste cose non contano. Se fosse inglese o negro e mi piacesse, me lo prenderei, se potessi. Le faccio schifo? Certo, lei... lei è ricca, può godere di piaceri che a me non sono concessi...».

"La guerra... sì, sappiamo bene cos'è. Ma l'occupazione, in un certo senso, è ancora peggio, perché ci si abitua alle persone. Si pensa: 'Dopotutto sono persone come noi', e invece no, non è vero. Siamo due razze diverse, irreconciliabili, nemiche per sempre", così pensavano i francesi.
Stralci tratti da Suite francese di Irène Némirovsky

mercoledì 11 novembre 2015

Recensione Doctor Who (9x00) - L'Ultimo Natale (Last Christmas)

Dopo essersi svegliata, Clara scopre la presenza di Babbo Natale sul suo tetto. Mentre cerca di negare l'esistenza di quest'ultimo viene raggiunta dal Dottore, che la porta via sul TARDIS. Al Polo Nord, nel frattempo, un gruppo di scienziati cerca di salvare i propri compagni, che sono stati presi da delle creature simili a granchi. Il Dottore e Clara arrivano alla base e vengono attaccati dai granchi, salvo poi venire salvati da Babbo Natale. Ma tutto quello che stanno vivendo è davvero la realtà? Oppure stanno sognando?





martedì 10 novembre 2015

PKNA #0/2 - Il Vento del Tempo

L'intelligenza artificiale Uno, interfacciandosi con le varie telecamere di sicurezza sparse per la città, si accorge che uno strano individuo dall'aspetto di un grosso rapace vola sopra Paperopoli apparentemente senza alcun sistema di propulsione. Informato Paperinik, lo manda a fare un sopralluogo in un magazzino di una ditta produttrice di scatole ed imballaggi, dal momento che anche il misterioso rapace si sta dirigendo laggiù. I due si incontrano e Pk ha la peggio: il ladro, dopo aver rubato una scatola, lo colpisce e svanisce nel nulla. L'eroe è costretto a fuggire dal momento che l'allarme del magazzino è scattato.
Immortalato dalle telecamere di sicurezza, Paperinik è costretto ancora una volta a fare i conti con i diffamanti servizi dell'arcigno e burbero giornalista Angus Fangus nei suoi confronti, che lo descrive come una minaccia per la società.
Nel frattempo, Zio Paperone ha deciso di affittare il settantacinquesimo piano della Ducklair Tower proprio alla redazione giornalistica dell'emittente televisiva Canale 00. Paperino, presente durante il giro di accompagnamento in qualità di custode della torre, si trova a discutere con Angus e con la bellissima giornalista Lyla Lay del furto avvenuto al magazzino. Lyla sostiene che, se fosse stato per lei, avrebbe preferito sottrarre una fibra di tetragonium, materiale ultra-resistente di nuova fabbricazione. Il misterioso ladro torna in azione, sottraendo prima ad un furgone blindato un astuccio colmo di diamanti e poi proprio un campione di tetragonium dal laboratorio sperimentale dove era conservato. Paperinik si scontra nuovamente con il nemico, che gli si presenta con il nome di Razziatore. E scoprirà che non è un semplice ladro...


sabato 7 novembre 2015

Cambiare la vita in meglio? Si può in trenta giorni!

Volete cambiare in meglio la vostra vita?
Volete staccare dalla solita e noiosa routine di tutti i giorni?
Allora seguiamo il suggerimento di Morgan Spurlock: possiamo cambiare in soli trenta giorni, come?

Ve lo spiega Matt Cutts in questo bel video...




mercoledì 4 novembre 2015

Recensione Doctor Who (8x12) - Morte in Paradiso (Death in Heaven)

Ed eccoci giunti all'ultima puntata dell'Ottava Stagione di Doctor Who (del New Doctor). Preparate i fazzoletti e venite con me a scoprire come va a finire (ovviamente se non avete ancora visto questa puntata farò una montagna di spoiler, quindi non aprite il video qua sotto e andatevela a recuperare!)

Nella puntata precedente avevamo lasciato Clara completamente circondata dai Cybermen nei sotterranei della Cattedrale di St. Paul, mentre il Dottore era impegnato e ancora intontito dalla rivelazione di Missy, ovvero che lei in realtà è Il Maestro. Nel frattempo l'esercito dei Cybermen defunti non si arresta ma anzi, il pericolo sta aumentando, visto che adesso stanno per essere convertiti anche i vivi oltre ai morti... Riuscirà il Dottore a salvare, assieme a Clara e a Danny, il mondo per l'ennesima volta?



sabato 31 ottobre 2015

Cosa leggere ad Halloween?

Dolcetto o scherzetto? Libroooooo!!! 
Vi consiglio cinque libri da leggere in questo tetro periodo, ovviamente sono storie horror! 
Ma tranquilli, sono dei gran bei libri.

Curiosi?

Allora aprite il video qua sotto...


E buon Halloween! ^_^




domenica 25 ottobre 2015

L'Occhio del Purgatorio - Jacques Spitz

Questa è una strana storia. Ne è autore uno scrittore francese morto nel 1963, che visse a Parigi, solo e ignorato, senza mai leggere un libro di fantascienza. I suoi maestri furono Kant e Valéry, e si sa che ebbe una predilezione per Pirandello, ma che la sua opera, rimasta del resto sempre ai margini della fama, fu soprattutto influenzata dal surrealismo. Nel 1945 pubblicò senza alcun successo questo Occhio del purgatorio, una macabra, rigorosa, progressiva allucinazione, che comincia da un casuale incontro sul "boulevard" con un vecchio in bombetta, e procede, si gonfia, dilaga in una "inversione temporale" di straordinario effetto. Oggi Spitz è stato riscoperto e rivalutato, forse perché la sua sarcastica, sprezzante compassione per l'uomo, le sue visioni d'incubo, non sembrano più così eccessive nel caos stralunato del nostro tempo.

Rece
Ne L'occhio del purgatorio (L'oeil du purgatoire, 1945) un artista incompreso, Jean Poldonsky, conduce una vita isolata e senza molte speranze di veder riconosciuto il suo talento (fa il pittore). Il giovane sta addirittura meditando di compiere un passo estremo, quando casualmente incontra un bizzarro personaggio, Christian Dagerlöff. Bizzarro ma affascinante il nuovo amico dice di essere un genio, ma il suo lavoro all'istituto Pasteur è quello di inserviente, non di scienziato, e le sue idee sono alquanto curiose, egli sostiene infatti che l'uomo e gli animali vivono in tempi diversi, che la mosca o la lepre possono prevedere il futuro, mentre la lenta mucca vede le cose dopo che sono accadute. Poco tempo dopo una serie di inconvenienti inizia a funestare le giornate di Poldonsky, prima cose di poco conto come l'acqua che esce gialla dal rubinetto o la lametta arrugginita, ma poi schifosi intrugli serviti al ristorante o visioni orribili di animali o persone morte che passeggiano per strada. L'artista pensa di avere problemi alla vista o allucinazioni, poi una lettera di Dagerlöff gli svela il mistero, il bizzarro vecchio gli ha infettato gli occhi con un batterio che anticipa il futuro. Quello che è peggio è che ogni generazione del batterio progredisce nell'anticipare gli eventi, per cui Poldonsky vede le cose come saranno, e le vedrà sempre più avanti nel tempo. L'involontaria cavia umana inizia a chiedersi quando e se questo fenomeno si fermerà, mentre attorno a lui le cose diventano sempre più orribili e la vita più difficile. Una storia davvero strana e bislacca, ma che è permeata da una sottile e tagliente ironia: la vita è effimera, passa in fretta. Nel secondo romanzo, ovvero Le mosche (La guerre des moches, 1938) si parla di un'altra cosa insolita: che le mosche, un giorno, diventano intelligenti al punto da combattere una vera e propria guerra contro gli esseri umani! Cosa posso aggiungere se non che la fantasia di questo autore è davvero straordinaria e riesce, in questi due preziosi romanzi, a presentarci nel primo una lunga e pessimistica riflessione sulla morte, e nel secondo una amarissima riflessione sul non senso delle guerre che portano solo distruzione. Consigliatissimi!

La mia video recensione qua sotto...







venerdì 23 ottobre 2015

Recensione Doctor Who (8x11) - Viaggio nell'Aldilà (Dark Water)

Clara chiama Danny per confessargli che continua a viaggiare nel tempo col Dottore, la ragazza gli esprime il suo profondo amore, ma a un certo punto lui si distrae e viene investito da un'auto. Clara, ovviamente, non può accettare la morte del suo amato e crede di poterlo riportare in vita, dunque parte con il Dottore nel TARDIS e gli chiede di vedere un vulcano, ma poi gli fa perdere i sensi con un "cerotto narcotizzante" e minaccia il Dottore di tornare indietro nel tempo e salvare Danny, altrimenti avrebbe buttato tutte le chiavi del TARDIS nella lava del vulcano dove lui l'aveva portata. Ma questo è solo l'inizio, pericoli ben più gravi stanno per attraversare la strada del Dottore...








giovedì 22 ottobre 2015

7 cose che (forse) non sai su Ritorno al Futuro III

Carissimi, continuando a festeggiare i 30 anni dall'uscita del primo Ritorno al Futuro, oggi vi propongo sette curiosità riguardanti a Ritorno al Futuro III.
Se vi siete perduti i video precedenti, basta che cliccate sul video qua sotto, iscrivervi al mio canale YouTube (non l'avete ancora fatto? Scappa, Marty! ^_^), mettere un mi piace al video e condividere a tutto l'universo e poi recuperare gli altri video che in questi giorni, per lo speciale #BackToTheFutureDay ho caricato. 

Buona visione, qua sotto... :)



mercoledì 21 ottobre 2015

Ritorno al Futuro III

Ed oggi vi voglio recensire Ritorno al Futuro III, ambientato nel Far West. 

Apri il video qua sotto...

GRANDE, GIOVE!








martedì 20 ottobre 2015

6 cose che (forse) non sai su Ritorno al Futuro II

Carissimi, continuando a festeggiare i 30 anni dall'uscita del primo Ritorno al Futuro, oggi vi propongo sei curiosità riguardanti a Ritorno al Futuro II.

Buona visione, qua sotto... :)







lunedì 19 ottobre 2015

Ritorno al Futuro II

Sono passati la bellezza di 30 anni da quanto uscì, per la prima volta al mondo, il mitico film Back To The Future - Ritorno al futuro e divenne un vero e proprio film cult di fantascienza.

Adesso vi recensisco Ritorno al Futuro II.

Scappa, Marty!






domenica 18 ottobre 2015

Sette cose che forse non sai su Ritorno al Futuro

Vi elenco velocemente sette curiosità sul primo film della trilogia Ritorno al Futuro.

Basta aprire il video qua sotto...

#BackToTheFuture








sabato 17 ottobre 2015

30 anni di Ritorno al Futuro!!!

Sono passati la bellezza di 30 anni da quanto uscì, per la prima volta al mondo, il mitico film Back To The Future - Ritorno al futuro e divenne un vero e proprio film cult di fantascienza.

Per festeggiare degnamente questa incredibile e gioviale ricorrenza, ho deciso di pubblicare la recensione di Ritorno al Futuro, ma nei prossimi giorni usciranno altri video con curiosità e altre recensioni sugli altri film. 

Quindi, allacciate le cinture, si va nel futuro (o nel passato, fate vobis!)

SCAPPA, MARTY!!!





venerdì 16 ottobre 2015

Sopravvissuto - The Martian

L'equipaggio della missione Ares 3 sul suolo di Marte si trova nel mezzo di una tempesta che non lascia scampo. Il botanico Watney viene colpito da un detrito: credendolo morto, il comandante Lewis ordina alla squadra di abortire la missione e tornare sulla Terra. Ma Watney è vivo e, mentre cercherà di prolungare il più possibile la sua sopravvivenza sul Pianeta Rosso, la Nasa ricorrerà a ogni stratagemma per provare a riportarlo a casa.


giovedì 15 ottobre 2015

Recensione Doctor Who (8x10) - Nella Foresta della Notte (In the Forest of the Night)

Il Dottore si ritrova col suo TARDIS nel mezzo di una foresta, che scopre in realtà essere la città di Londra, ricoperta da una fitta boscaglia, cresciuta misteriosamente in una notte. In Trafalgar Square, il Dottore si imbatte in Maebh Arden, una delle alunne di Clara e Danny, allontanatasi dai professori e dai compagni durante una gita scolastica in un museo. Clara e Danny, assieme al resto degli studenti, si rendono conto della situazione e quest'ultima chiama il Dottore, che la rassicura dicendole della presenza della bambina. Maebh però fugge, spaventata da qualcosa, e lascia degli indizi sulla via affinché Clara ed il Dottore la trovino. Una volta riuniti, i tre vengono accecerchiati da dei lupi, scappati da uno zoo, che successivamente vengono messi in fuga dall'arrivo di una tigre, che si prepara ad attaccare il gruppo. Cosa sta accadendo alla città di Londra e al pianeta Terra? Perché sono cresciuti degli alberi che non bruciano al fuoco? 




mercoledì 14 ottobre 2015

Cappuccetto Rosso Abruzzese

C'era una volta una bambina con un cappuccetto rosso che venne mandata dalla nonna... Ma che non incontra il lupo nel bosco! Cosa? Davvero? Come è possibile ciò? Che stai a di'? No, non sto scherzando, amici, è una versione italiana della celebre fiaba di Cappuccetto Rosso...







martedì 13 ottobre 2015

Biancaneve Irlandese

Tutti quanti conosciamo la fiaba di Biancaneve, soprattutto diventata celebre grazie al film di animazione Disney Biancaneve e i sette nani del 1937, diventato subito un film cult per bambini e adulti. Ma molti non sanno che di Biancaneve ci sono tantissime e diverse versioni, una delle quali è quella che ho deciso di raccontarvi in questo video, ovvero la versione di Biancaneve irlandese. Curiosi? ^_^

Troverete il video racconto qua sotto... 






La prossima fiaba che vi racconterò sarà una versione di Cappuccetto Rosso. 

lunedì 12 ottobre 2015

Recensione Doctor Who (8x09) - I Graffiti di Bristol (Flatline)

Clara chiede al Dottore di riportarla a Londra per rivedere Danny, ma stranamente i due si ritrovano a Bristol. Appena usciti dal TARDIS, il Dottore si rende conto che il teletrasporto si è misteriosamente rimpicciolito all'esterno, rimanendo comunque spropositatamente grande all'interno. Mentre il Dottore rientra nel TARDIS per capire qual è il problema, intanto la macchina del tempo diventa ancor più minuscola intrappolando al suo interno il Dottore, che capisce che c'è qualche anomalia che sta prosciugando l'energia del suo TARDIS, ma non capisce da dove provenga. La situazione passa in mano a Clara alla quale il Dottore affida il cacciavite sonico, la carta psichica e un auricolare per rimanere in contatto. Clara inizia a esplorare i dintorni e conosce un ragazzo, Rigsy, uno street artist messo ai lavori socialmente utili a causa delle sue malefatte, che le racconta degli strani eventi accaduti di recente: le persone misteriosamente scompaiono e l'unica cosa che rimane di loro sono dei ritratti sui murales.


domenica 11 ottobre 2015

Letture Estate 2015

Cosa avrà mai letto Frahorus in estate?

Curiosi?

Ed ecco uscito, finalmente, il video tanto atteso, ovvero le sue letture estive. 








venerdì 25 settembre 2015

Attento, il Grande Fratello ti guarda!

Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una. Winston Smith, col mento sprofondato nel bavero del cappotto per non esporlo al rigore del vento, scivolò lento fra i battenti di vetro dell'ingresso agli Appartamenti della Vittoria, ma non tanto lesto da impedire che una folata di polvere e sabbia entrasse con lui.
L'ingresso rimandava odore di cavoli bolliti e di vecchi tappeti sfilacciati. Nel fondo, un cartellone a colori, troppo grande per essere affisso all'interno, era stato inchiodato al muro. Rappresentava una faccia enorme, più larga d'un metro: la faccia d'un uomo di circa quarantacinque anni, con grossi baffi neri e lineamenti rudi ma non sgradevoli.

Di seguito la videolettura dell'incipit del romanzo 1984 di Orwell da parte dello YouTuber Frahorus...


martedì 22 settembre 2015

Una Mummia sull'Orient Express (8x08) Doctor Who

Il Dottore e Clara si riappacificano e lei si rende conto che non lo odia per davvero. Sebbene le sue intenzioni fossero quelle di rimanere amici, decide però di intraprendere un ultimo viaggio con lui. Lui sceglie di portarla nel futuro su un’astronave, riproduzione dell’Orient Express con tanto di atmosfera anni ’30, che sfrutta i nastri di iperspazio per viaggiare tra le stelle. Il treno si ritrova subito ad essere una sorta di trappola mortale. Uno ad uno, gli ospiti del treno iniziano a morire, apparentemente da attacchi cardiaci, ma prima di morire hanno una sorta di allucinazione: vedono una mummia che si avvicina a loro lentamente fino ad afferrarli.


mercoledì 16 settembre 2015

Due autori diversi, stessa copertina

Deja vu... Quante volte vi è successo nella vita? A me tante, e spesso riguarda le copertine dei libri. Solo a me è parso di vedere due libri diversi con la stessa o simile copertina? 

Ve ne mostro alcuni esempi, allora: qui a sinistra c'è il romanzo della Bignardi, Un karma pesante con una ragazza in copertina che fuma e dietro un bel panorama. Ebbene, la stessa identica foto è stata utilizzata per il libro della Etxebarria, ovvero El contenido del silencio. Beh, in questo caso giustifico gli editori spagnoli, visto che non possono certo conoscere tutte le uscite italiane. 

lunedì 14 settembre 2015

I love Japan!

Tutto ebbe inizio qualche annetto fa...
Ero un normale studente universitario e un accanito lettore. Non ho mai avuto vizi o cose deleterie per la testa, quando, ad un certo punto, scopro che mi piace il Giappone. Non so spiegarlo, è nato così. Forse influenzato dalle letture dei romanzi e racconti di Banana Yoshimoto e di Haruki Murakami (i miei primi autori giapponesi, anche loro scoperti casualmente), ho pian piano cominciato a cercare e vedere (su YouTube) video di italiani che andavano in Giappone (di solito Tokyo o Kyoto) o che ci vivevano. E scovo, sempre per caso, i bei video artigianali di Federico Norsa (clicca qua per vedere il suo CANALE): lui è un milanese che ha sposato una giapponese e adesso vive in Giappone da un bel po' di anni, e ama registrare video soprattutto quando esce con la sua famiglia, quando vanno al lago, a fare un pic-nic, quando girano in bici per il paese, ecc. Mi piacciono molto i suoi video, e vi consiglio di vederli. 

Da lì non ho smesso più e ho cercato altri italiani in Giappone, così sono approdato da Marco Togni e da Andrea Secco, entrambi italiani e entrambi sposati anche loro con una ragazza giapponese. Il primo è un fotografo del Trentino che ha sempre amato il Giappone e del quale ho visto tutti i suoi video (sono tanti), da quando era un solitario esploratore della Tokyo by night fino a quando adesso, assieme ad Andrea, hanno fondato il Giappo-Tour: ovvero sono delle vere e proprie guide che vi accompagnano alla scoperta del Giappone, soprattutto nelle città di Tokyo e Kyoto, ma anche Nara e altre meravigliose città del Sol Levante. Vi faranno scoprire bei localini dove mangiare sushi, i famosi templi giapponesi, eccetera ecc. 

martedì 25 agosto 2015

Quando c'era Marnie

 Anna soffre di asma, ma i suoi problemi sono di natura psicologica: non riesce ad accettare se stessa e ad amare la propria madre adottiva. Quest'ultima manda Anna in vacanza da dei parenti in Hokkaido, nella speranza che ritrovi salute e serenità. Inspiegabilmente attratta da un maniero che si vocifera sia infestato dai fantasmi, la ragazza vi conoscerà Marnie, una coetanea che sembra provenire da un'altra epoca.
Anna vede davvero Marnie, o gli incontri con lei sono soltanto delle allucinazioni? 

Solo il futuro potrà rivelare se Quando c'era Marnie sarà destinato a rappresentare il testamento dello Studio Ghibli, l'atto finale di un'epopea impareggiabile. Primo titolo (e forse ultimo) privo di ogni contributo da parte delle due anime dello studio, Takahata Isao e Miyazaki Hayao, il film rimane quintessenza di uno stile filosofico, emotivo e morale forgiato nei decenni e via via perfezionato dal punto di vista tecnico. I colori e i giochi di luci e ombre in Quando c'era Marnie raggiungono vette stupefacenti, come esige una ghost story britannica, scritta da Joan G. Robinson nel 1967 e trapiantata da Yonebayashi Hiromasa (Arrietty - Il mondo segreto sotto i pavimento) nel paesaggio naturale dell'Hokkaido. 


domenica 23 agosto 2015

Ant-Man

 Lo scassinatore Scott Lang accetta un ultimo colpo, ma dentro la cassaforte anziché soldi trova una strana tuta. Quando la indossa attiva un meccanismo di miniaturizzazione che lo trasforma in un minuscolo guerriero. Contattato dal creatore della tuta, lo scienziato Hank Pym, Scott si troverà di fronte alla difficile decisione di diventare Ant-Man e salvare il mondo da un pericolo mortale. 

La più volte annunciata Fase 2 dell'epopea cinematografica Marvel arriva al suo momento chiave. Perché nonostante la sua natura minore, o meglio minuscola, all'interno dell'universo della Casa delle Idee, Ant-Man è destinato a incarnare un ruolo cruciale. Quello della diversità, del supereroismo come riscatto, definitivamente riconquistato da quei nerd che l'hanno generato, sulla scia dei Guardiani della Galassia che sono già cult generazionale. Perché se il supereroe con superproblemi è il marchio di fabbrica della Marvel, pochi possono competere con la mancanza di glamour di un ex galeotto divorziato e miniaturizzato a cavallo di una formica. La scommessa più audace di un pantheon disincantato, capace di prendersi gioco dei dogmi di un rituale che non nasconde ult(ron)eriori sorprese. Propositi che conferiscono a Ant-Man una responsabilità che l'opera di Peyton Reed dimostra chiaramente di non poter gestire appieno. In primis per la sua natura ibrida e irrisolta: in origine progetto pluriennale di Edgar Wright (L'alba dei morti dementi, Scott Pilgrim vs the World), destinato a sconvolgere il canone tra mille aspettative, si è trasformato, a causa di divergenze creative, in quello di Peyton Reed. 


mercoledì 19 agosto 2015

Un ponte per Anne Frank

Un ponte per Anne Frank è il sito web dell'associazione fondata da Sofia Domino, che lei stessa definisce così: l'Associazione, che con onore porta il nome Anne Frank, tramanda la sua storia e i suoi profondi messaggi ai più giovani e ai meno giovani, incoraggiandoli a divenire cittadini più responsabili e a rispettare il mondo in cui viviamo. 

Lei stessa mi contattò qualche mese fa, chiedendomi se poteva pubblicare la mia breve recensione scritta su Goodreads inerente al Diario di Anne Frank. E io accettai con piacere. La mia recensione assieme ad altre la potrete trovare nella rubrica Cara Kitty

Kitty era l'amica immaginaria a cui Anna Frank ha affidato i suoi pensieri, scrivendoli nel suo Diario, fino al giorno in cui fu catturata e deportata, con tutta la sua famiglia, prima nel campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau e poi a Bergen-Belsen, dove morì di tifo nella primavera del 1945.

La storia di Anne rappresenta milioni di persone vittime della persecuzione e delle discriminazioni, e i messaggi trascritti nel suo Diario incoraggiano a lottare per un mondo migliore.

Anne Frank rappresenta tutti quei bambini che ancora oggi sono vittime della persecuzione e ingiustizie. Grazie alla sua storia e attraverso programmi mirati lottiamo contro la discriminazione e la povertà, incoraggiamo a non dimenticare la Shoah e promuoviamo la pace e il rispetto, per un presente e un futuro migliore. Questi, in breve, i motivi e gli scopi di questa associazione, per maggiori informazioni e approfondimenti cliccate qua: Un ponte per Anne Frank- la nostra missione.





15 cose che non sopporto

Nuovo giorno, nuovo tag! Quante volte nella nostra vita di tutti i giorni ci capita di assistere ad eventi che nessun umano potrebbe immaginare potessero accadere, eventi però che mettono a dura prova il nostro - già precario - livello di pazienza e sopportazione. Ma si esplode, eccome, quando arriva lei... La vecchina che ti supera nella fila al panificio senza battere ciglio! Ecco il mio modesto elenco di cose che non sopporto, se avrete la pazienza di aprire il video qua sotto e farvi due risate. :) 


venerdì 14 agosto 2015

Suite Francese

Dal celebrato romanzo di Irène Némirovsky, SUITE FRANCESE, è il racconto dell’amore bruciante di un uomo e una donna travolti dalla Storia. Ambientato in Francia nel 1940, il film narra della bellissima Lucile Angellier (Michelle Williams) che nell'attesa di ricevere notizie del marito prigioniero di guerra, vive un'esistenza soffocante insieme alla suocera, donna dispotica e meschina (Kristin Scott Thomas). La vita di Lucile viene stravolta quando i parigini in fuga si rifugiano nella cittadina dove vive e la città viene invasa dai soldati tedeschi che occupano le loro case. Inizialmente Lucile ignora la presenza di Bruno (Matthias Schoenaerts) un raffinato ufficiale tedesco che è stato dislocato nella loro abitazione. Ma dopo l'iniziale indifferenza, Lucile "si risveglia" e inizia a esplorare sentimenti sepolti che la porteranno inevitabilmente verso Bruno...


martedì 4 agosto 2015

Summer Book Tag

Cari amici lettori, bentrovati!

Oggi ho ideato e registrato un nuovo video tag, dal titolo Summer Book Tag: un tag prettamente estivo, dove si deve rispondere a 15 domande librose. 

Pronti a vederlo?

Mi raccomando, rispondete sotto al video su YouTube e ditemi i vostri libri, le vostre letture estive, le saghe che vi hanno appassionato di più, le storie d'amore che consigliate di leggere, soprattutto in estate, insomma, fatevi sentire!

Io vi auguro buone vacanze e, se non ci vediamo presto, un buon Ferragosto di letture!

A presto, amici lettori!






venerdì 31 luglio 2015

Uccidere la Luna (8x07) Doctor Who

Il Dottore porta Courtney Woods, un'alunna di Clara incuriosita dal TARDIS, che ha scoperto nella puntata precedente, sulla Luna nel 2049 dove incontrano altri astronauti.
Appena arrivati, il Dottore si rende subito conto che c’è qualcosa che non va: la gravità è praticamente uguale a quella terrestre e gli astronauti in questione sono dotati di numerosissime armi nucleari. Per quale motivo? Cosa c'è sotto? Il Dottore indagherà e lo scoprirà...





sabato 25 luglio 2015

Cecità - José Saramago

Titolo: Cecità
Autrice: José Saramago
Traduttrice: Rita Desti
Editore: Einaudi
Prezzo: 11 euro
Pagine: 316
Voto: 5 stelle su 5
Genere: romanzo
Pubblicazione: 2005

Recensione
In una città qualunque, di un Paese qualunque, un automobilista è fermo al semaforo, in attesa del verde, quando si accorge di perdere la vista. All'inizio pensa si tratti di un disturbo passeggero, ma non è così. Gli viene diagnosticata una malattia sconosciuta: un "mal bianco" che avvolge le vittime in un candore luminoso, simile a un mare di latte. Non si tratta di un caso isolato: è l'inizio di un'epidemia che colpisce progressivamente tutta la città e l'intero Paese. I ciechi vengono rinchiusi in un ex manicomio e costretti a vivere nel più totale abbrutimento da chi non è stato ancora contagiato. Tra la violenza e la lotta per la sopravvivenza si inserirà la figura di una donna che, con un gesto d'amore, ridarà speranza all'umanità.

Kitchen - Banana Yoshimoto

Titolo: Kitchen
Autrice: Banana Yoshimoto
Traduttore: Giorgio Amitrano
Editore: Feltrinelli
Prezzo: 7,50 euro
Pagine: 160
Voto: 5 stelle su 5
Genere: romanzo
Pubblicazione: 2014 (40esima edizione)

Sinossi
"Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina...". Così comincia il romanzo di Banana Yoshimoto, "Kitchen". Le cucine, nuovissime e luccicanti o vecchie e vissute, riempiono i sogni della protagonista Mikage, rimasta sola al mondo dopo la morte della nonna, e rappresentano il calore di una famiglia sempre desiderata. Ma la famiglia si può non solo scegliere, ma anche inventare. Così il padre del giovane amico Yuichi può diventare o rivelarsi madre e Mikage può eleggerli come propria famiglia, in un crescendo tragicomico di ambiguità. Con questo romanzo, e il breve racconto che lo chiude, Banana Yoshimoto si è imposta all'attenzione del pubblico italiano mostrando un'immagine insolita del Giappone , con un linguaggio fresco e originale, quasi una rielaborazione letteraria dello stile dei fumetti manga.




venerdì 10 luglio 2015

Honeymoon - Banana Yoshimoto

Titolo: Honeymoon
Autrice: Banana Yoshimoto
Traduttore: Giorgio Amitrano
Prezzo: 6,50 euro, ebook 4,99 euro
Pagine: 106
Voto: 4 stelle su 5
Genere: romanzo
Anno pubblicazione: 2003 (in Italia)

Sinossi
Manaka, ventitré anni, è cresciuta in una casa circondata da un grande giardino, a pochi passi dalla casa di Hiroshi che, dopo essere stato il compagno di giochi dell'infanzia e l'amico intimo dell'adolescenza, è diventato suo marito. La loro vita sembra procedere senza scosse fino alla morte del nonno di Hiroshi con cui il ragazzo ha sempre vissuto, dopo essere stato lasciato da entrambi i genitori che avevano deciso di far parte di una setta religiosa in America. Nel mettere a posto la casa del nonno, emergono particolari che gettano una luce sinistra sullo spirito della setta e che spiegano le angosce da cui Hiroshi è talvolta sovrastato.

Recensione
In questo romanzo della Yoshimoto troviamo una delicata storia d'amore tra due vicini di casa, anzi, di giardino, Manaka e Hiroshi, due persone completamente diverse, anzi, opposte. Manaka è una ragazza semplice, solare, che ama passare ore e ore sdraiata nel suo giardino ad ammirare le nuvole, le formiche, le foglie scosse dal vento, mentre Hiroshi, timido, introverso, cupo è triste per la scomparsa del suo caro nonno. Insieme decidono di ripartire da zero e decidono di scegliere come meta, per il loro secondo viaggio di nozze, l'Australia.


giovedì 2 luglio 2015

Il Bidello (8x06) Doctor Who

La vita di Clara ha preso ormai una svolta stravagante e, con un TARDIS con parcheggio fisso nella sua camera da letto e con un Dottore che la trascina continuamente nei suoi viaggi, si rende conto che riesce a gestire faticosamente la sua doppia vita tra viaggi nel tempo e appuntamenti col suo ora ufficiale fidanzato Danny. Ma questa volta il pericolo è all'interno della scuola dove insegna Clara, e il Dottore decide di intervenire camuffandosi in un bidello per non dare troppo nell'occhio...



mercoledì 1 luglio 2015

Rapina Temporale (8x05) Doctor Who

Il Dottore e Clara sono nell'appartamento della ragazza, che si sta preparando per uscire, quando il telefono del TARDIS suona e appena il Dottore risponde si ritrovano in una stanza con Psi, un umano potenziato, e Saibra, una donna mutante; tutti hanno in mano dei vermi della memoria, che hanno cancellato i loro ricordi relativi alle ultime ore, con il loro personale permesso. Ricevono quindi un messaggio da un misterioso sconosciuto che si fa chiamare l'Architetto, e che spiega loro che se non rapineranno la Banca di Karabraxos (la banca più sicura di tutta la galassia) moriranno. Saibra replica grazie al suo potere di mutamento un cliente della banca, così da poter far entrare anche gli altri. Entrati nella banca osservano una creatura, il Veggente, rilevare i sensi di colpa di una persona sospettata di voler rapinare la banca, e poi scioglierli il cervello sotto gli occhi del capo della sicurezza, Mrs. Delphox.


lunedì 22 giugno 2015

Pausa estiva... a presto, amici! ^_^

Carissimi, bentrovati! Finalmente l'estate è arrivata, le giornate sono più lunghe e chi può va pure in vacanza. Io per il momento mi trovo (ahimé) intricato in mille impegni, e purtroppo il tempo da dedicare alle recensioni sarà davvero contato col contagocce! Volevo soltanto augurarvi buone vacanze, mi raccomando rilassatevi e leggete tantissimo! 

Di sotto troverete un mio breve video saluto, a presto amici! 




domenica 21 giugno 2015

Alcuni consigli libreschi di giugno 2015

Cari amici lettori, l'estate ci ha raggiunti e sicuramente molti di voi non hanno ancora scelto i libri da leggere in spiaggia o in montagna. Ma non preoccupatevi, c'ho pensato io! E buone vacanze a tutti! P.S.: se cliccati sul titolo andrete direttamente al sito della casa editrice! :)


Con una penna eccellente, ricca, che sa essere rorida e riarsa e meravigliosamente letteraria, Patrizia Rinaldi ci propone una storia di donne e memoria. Protagoniste sono una madre e una figlia. Maria Antonia ha affrontato lutti e miseria, è fuggita come profuga da Spalato, ha perso un marito nelle Foibe e ha visto i fratelli condannati ai campi di lavoro. Ma nonostante la dannazione della guerra è sempre vissuta padrona di sé. Darà scandalo pur di assecondare la sua disperata voglia di vivere, eternamente affamata di emozioni. La storia di questa donna giovane e indomabile ci viene raccontata da Ena, sua figlia, costretta a letto dall’età avanzata dopo una vita sazia e pigra. Come la madre, anche Ena è una donna aspra e forte. Ma la generosità della vita è stata per lei più un danno che un conforto. E ora, prossima alla fine, ricorda. Mentre la grande Storia si intreccia alla memoria privatissima, le stagioni della donne si confondono nelle parole di Ena e Maria Antonia. Fra rimorsi, speranze, sogni e dolori, una giovane indomita troverà la sua strada per diventare donna, e una figlia, molti anni più tardi, scoprirà le ragioni segrete di una madre all’alba della vita.

martedì 16 giugno 2015

Umberto Eco e i social media

Qualche giorno fa l'autore de Il nome della rosa ha ricevuto una laurea honoris causa in Comunicazione e Culture dei Media all'università di Torino.  Al termine del conferimento della suddetta laura, l'esimio professor Eco ha risposto gentilmente ad alcune domande dei giornalisti che erano presenti sul tema Social Network e web. Le sue risposte hanno avuto una certa Eco (permettetemi il gioco di parole che cade a fagiuolo) proprio sul web, visto che il prof ha aspramente criticato un mondo che lui stesso, ha ammesso, non conosce. Brevemente qua sotto il mio punto di vista. 



sabato 13 giugno 2015

domenica 31 maggio 2015

La Terra di Nessuno - Gabriele Dolzadelli

1670. In un clima di scontri per la colonizzazione del Nuovo Mondo e per la supremazia commerciale, un giovane irlandese di nome Sidvester O'Neill parte per il Mar dei Caraibi con destinazione l'isola di Puerto Dorado. Lo scopo è quello di ritrovare il fratello Alexander, partito anni prima, per riportarlo a casa. Ma il viaggio avrà risvolti inaspettati. Nelle oscurità della giungla della piccola isola vi è nascosto un segreto a cui le principali potenze europee (Francia, Inghilterra ed Olanda) ambiscono. Intrighi, inganni e complotti farciscono le giornate di Puerto Dorado, in una lotta al potere fra i più astuti capitani presenti sull'isola. IL tutto sotto l'occhio vigile di una nave pirata ancorata all'orizzonte, di fronte a quella piccola terra di tutti e di nessuno. 

Bella storia ambientata nei Caraibi di piratesca memoria, mi è piaciuto lo stile dell'autore che riesce a catturarti e a farti vivere un'emozionante avventura ai confini del mare con lotte (molto dettagliate e ben scritte, avvincenti), tesori da scoprire, pirati da affrontare e fratelli da ritrovare.


giovedì 28 maggio 2015

Dieci anni di YouTube! La mia storia ^_^

Cari amici, YouTube ha spento le sue prime dieci candeline e mi sembrava una buona idea dare un mio breve contributo filmico della mia storia sul Tubo. Io sono su YouTube come Frahorus da quasi quattro anni, anche se seguivo gli Youtuber già da prima, e il resto ve lo narro nel video qua sotto... ^_^





mercoledì 20 maggio 2015

Space Runners - Daniele Federico

Titolo: Space Runners
Autore: Daniele Federico
Pagine: 94
Prezzo ebook: 0,99 euro

Sinossi
Nove giugno 2234. La nave da ricognizione Mercury ritrova presso la galassia di Larterus una navetta monoposto di origine terrestre; al suo interno un essere umano criogenizzato. 
In un mondo in cui i sentimenti sono oramai dimenticati, il comandante Haven si trova faccia a faccia con Daniel, un ragazzo privo della sua memoria e proveniente da un'altra epoca. 
Le seguenti indagini svelano gli avvenimenti e lo scopo della missione "Space Runners" a cui Daniel aveva preso parte. Una missione che interessa al comandante molto più di quanto egli creda... 

Recensione
Prima premessa:  sono un grande divoratore di romanzi e racconti di fantascienza e Isaac Asimov è il mio autore di science fiction per eccellenza. 
Seconda premessa: adoro le storie ambientate nello spazio.

Justice League

Justice League (2017) Dopo la morte di Superman, l'umanità è sola e impaurita. Una minaccia antica torna a far sentire la sua apo...